Un’offerta strutturata per rispondere
a bisogni crescenti

La strutturazione dell’offerta di OIC nasce dalla conoscenza dei bisogni degli ospiti accolti negli ultimi 60 anni di storia e dei loro familiari. Alcuni principi hanno guidato OIC nella costruzione della sua filiera di offerta:

  • Una delle principali paure della persona anziana è quella di lasciare la propria casa e il proprio contesto sociale. OIC ha pertanto pensato ad una filiera che permetta alla persona di rimanere nel proprio contesto sociale il più a lungo possibile, improntando i suoi servizi ad aggiungere risposte via via crescenti al manifestarsi di nuovi bisogni.
  • Una filiera per risposte a bisogni crescenti permette alle persone di entrare pian piano in un nuovo contesto, comunque estremamente familiare, alleviando il trauma del distacco, momento cruciale nell’affrontare la separazione dalla propria casa non solo per l’anziano, ma spesso anche per i familiari.
  • Inoltre un’offerta per risposte crescenti ai bisogni permette agli ospiti e ai loro familiari, una volta avviato un percorso, di non preoccuparsi di cambiare, di informarsi nuovamente, di riaffrontare un iter stressante e volte doloroso. Anche di fronte all’aggravarsi delle condizioni di salute o alla perdita progressiva di autonomia, l’anziano vivrà in modo il più possibile naturale questi delicati passaggi.

Ma cosa significa nella realtà un’offerta strutturata per risposte crescenti?

Le storie di Franca, Aldo, Elsa, Maria, Marco, Elena e dei loro familiari raccontano molte delle situazioni in cui è facile immedesimarsi. Per ciascun caso viene descritta la soluzione offerta da OIC. Le risposte possono essere lette come soluzioni a casistiche differenti o talvolta come risposte crescenti ai bisogni di una singola persona.

1

Aldo, 69 anni

Di cosa ha bisogno:
indipendenza

Vive con la moglie nella casa acquistata 40 anni fa e da cui non intende separarsi. Cammina autonomamente e riesce a soddisfare gran parte dei suoi bisogni. Non guida ed ha bisogno di qualche supporto nelle piccole incombenze quotidiane, attività per le quali non vorrebbe sempre ricorrere al supporto dei figli
Livello autonomia personale: molto alto
2

Elsa, 70 anni

Di cosa ha bisogno:
sicurezza ed indipendenza

È una donna attiva e vivace che vive sola da molti anni. Ha 3 figli e tanti nipoti. Dopo la morte improvvisa di una cara amica in casa per un malore, è rimasta turbata ed ha iniziato a pensare a come potrebbe vivere in modo indipendente ma in totale sicurezza
Livello autonomia personale: alto
3

Franca, 75 anni

Di cosa ha bisogno:
relazione e sicurezza

È una donna single, autonoma e indipendente. Ha sempre vissuto da sola ma ultimamente ha avuto qualche problema di salute. Ha una nipote che va spesso a trovarla e si preoccupa per lei ma è comunque molto impegnata con il suo lavoro e la famiglia
Livello autonomia personale: abbastanza alto
4

Elena, 45 anni

Di cosa ha bisogno:
cure mediche e riabilitazione

Il padre di Elena è stato ricoverato in ospedale per un mese ed ora viene dimesso. È necessario spostarlo in una struttura di lungodegenza in modo che possa ricevere tutte le cure di supporto e fare anche la riabilitazione motoria
Livello autonomia personale: abbastanza basso
5

Maria, 82 anni

Di cosa ha bisogno:
assistenza e riabilitazione

Maria, vedova, viveva in casa da sola. A seguito di una caduta in casa, si è rotta il femore e non è più autonoma. Fisicamente si sta riprendendo, ma i figli la trovano cambiata e spesso “confusa”. Questo li ha spinti a cercare una soluzione rapidamente, ma vogliono fare la scelta giusta.
Livello autonomia personale: basso
6

Marco, 86 anni

Di cosa ha bisogno:
assistenza e relazione

Marco è malato di Alzheimer da 7 anni. La moglie Ida l’ha accudito con amore, cercando di tenerlo a casa il più a lungo possibile con l’aiuto di un’altra persona. Ultimamente si è aggravato, deambula ma non riconosce più luoghi e persone. I nipoti hanno convinto Ida a cercare una soluzione con urgenza
Livello autonomia personale: molto basso

Come affrontare la scelta

Scegliere una residenza per noi o per un nostro caro non è una cosa semplice, non solo perché ci sono moltissimi aspetti da considerare, ma anche perché la scelta avviene spesso in un momento di forte carico emotivo che rende difficile fare una valutazione razionale e serena. Grazie anche a più di 60 anni di esperienza accanto alle famiglie, conosciamo quali sono i temi chiave nella valutazione delle soluzioni messe a disposizione dal territorio.

Per supportare le famiglie, la Fondazione OIC Onlus ha realizzato questo strumento che ti guida nella scelta, aiutandoti a porti le domande fondamentali per prendere una decisione chiara e serena. 

Le risposte di OIC alla longevità

OFFERTA PER
AUTOSUFFICIENTI

Leggi tutto

OFFERTA PER
NON AUTOSUFFICIENTI

Leggi tutto

OFFERTA
DOMICILIARE

Leggi tutto

OFFERTA
SANITARIA

Leggi tutto

Hai bisogno di aiuto per orientarti nella scelta?
Richiedi un incontro informativo gratuito

Sono interessato anche alle seguenti sedi OIC